Provincia di Bari Regione Puglia

Home > Avvisi > 2011: variano il tasso di interesse e le sanzioni in caso di ravvedimento operoso

2011: variano il tasso di interesse e le sanzioni in caso di ravvedimento operoso

Tasso di interesse

Si comunica che con il D.M. del 07/12/2010, pubblicato in G.U. n. 292 del 15/12/2010, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha aggiornato il saggio dell’interesse legale dal precedente 1% al nuovo valore dell’1,5%. Il valore dell’1,5% entrerà in vigore a partire dal 01/01/2011, sostituendo il precedente 1%, approvato con D.M. del 04/12/2009 ed in vigore dal 01/01/2010. Si precisa infine che gli interessi vanno calcolati dal giorno successivo a quello di scadenza del termine fino al giorno dell’effettivo pagamento.

Sanzioni

Si comunica che l’art. 1 comma 20 lettera a) della legge 13 dicembre 2010, n. 220 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato - Legge di stabilità 2011), pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 297 del 21.12.2010 (Suppl. Ordinario n. 281), ha modificato l’art. 13, comma 1, del D.Lgs. 47211 997 recante disposizioni in materia di ravvedimento operoso. A seguito di tali modifiche, le sanzioni ridotte, a partire dal 1" febbraio 2011, saranno le seguenti:

- 1/10 del minimo (pari, cioè al 3%) per il ravvedimento cosiddetto breve (se la formalità viene presentata entro 30 giorni dalla violazione, cioè dal 61° giorno al 90° giorno dalla data del rilascio della carta di circolazione per le prime iscrizioni o dalla data dell’atto per le altre formalità);

- 1/8 del minimo (pari cioè al 3,75%) per il ravvedimento c.d. lungo (se la formalità viene presentata dal 91° giorno dalla data del rilascio della carta di circolazione per le prime iscrizioni o dalla data dell’atto per le altre formalità, ma entro un anno dalla data della violazione commessa).

- La normativa si estende naturalmente anche alle sanzioni amministrative per le TASSE AUTOMOBILISTICHE che passano al 3% in caso di regolarizzazione del pagamento della tassa automobilistica entro 30 giorni dall’omissione (ravvedimento breve) e al 3.75% per la regolarizzazione entro un anno dall’omissione (ravvedimento lungo).