Provincia di Cagliari Regione Sardegna

Home > FAQ > PRA > Come radiare un veicolo per esportazione definitiva avvenuta dopo il 31 dicembre 2019 ?

Come radiare un veicolo per esportazione definitiva avvenuta dopo il 31 dicembre 2019 ?

Dal 1░ gennaio 2020, a seguito della modifica del testo dell’art. 103 comma 1 del Codice della Strada, sono entrate in vigore le nuove modalitÓ di radiazione a seguito di definitiva esportazione all’estero. La radiazione del veicolo per definitiva esportazione all’estero deve essere effettuata, prima dell’effettiva esportazione, a condizione che il veicolo sia stato sottoposto a revisione, con esito positivo, in data non anteriore a 6 mesi rispetto alla data di richiesta della cancellazione. Se il veicolo Ŕ stato sottoposto a revisione da oltre 6 mesi va nuovamente sottoposto a controllo tecnico, ancorchÚ la revisione precedente sia ancora in corso di validitÓ.Per i veicolo nuovi di fabbrica il termine Ŕ quello della prima revisione rispetto alla data di immatricolazione, quindi normalmente 4 anni. Qualora l’intestatario o avente titolo del veicolo abbia necessitÓ di raggiungere su gomma il Paese estero di destinazione potrÓ chiedere il rilascio del foglio di via e delle targhe provvisorie agli Uffici Provinciali della Motorizzazione o ad uno Studio di Consulenza Automobilistica. La radiazione per definitiva esportazione deve essere richiesta dall’intestatario o dall’avente titolo munito dell’originale del titolo di acquisto (ad esempio atto di vendita autenticato), pu˛ essere presentata tramite delegato allegando fotocopia di un documento d’identitÓ del proprietario, la delega in originale, e il modello TT2119 firmato in originale dal proprietario del veicolo esportato. La richiesta va presentata presso uno Sportello Telematico dell’Automobilista STA, allegando il certificato di proprietÓ, la carta di circolazione e le targhe del veicolo al costo di euro 55,70.