Vai direttamente ai contenuti
Provincia di Cosenza Regione Calabria

Home > Avvisi > Atto con CDPD

Atto con CDPD

Autenticare un atto di vendita/eredità con documento di proprietà digitale (CDPD)

Per intestare un veicolo acquistato o ereditato, per il quale sia già stato rilasciato il CDPD [1] si può autenticare la dichiarazione di vendita ovvero di accettazione di eredità:
- presso un punto di servizio abilitato STA,
- presso un notaio o un Comune.
Nel primo caso, il punto di servizio abilitato STA [2] esegue l’autentica e può registrare l’atto mediante collegamento telematico, aggiornando il documento di proprietà (mediante rilascio di un nuovo certificato di proprietà) e la carta di circolazione (mediante apposizione di una etichetta adesiva).

Nel secondo caso, prima di sottoscrivere l’atto di vendita, bisogna recarsi presso un qualsiasi punto di servizio abilitato STA [3] per predisporre la base cartacea in base alla quale il funzionario del Comune o il notaio potrà autenticare la compravendita. Tenere in conto che il Comune richiede i diritti di segreteria, il notaio una tariffa.
In ogni caso, è richiesta il costo di una marca da bollo ( € 16,00 ).

Poichè i Comuni e i notai sono soggetti abilitati ad autenticare gli atti di vendita che non hanno collegamento con lo STA, non bisognerà dimenticare di registrare al PRA (direttamente o tramite agenzia) l’avvenuta compravendita, così come prescritto dal Codice della Strada.

Cosa occorre
Per effettuare una pratica col Certificato di Proprietà Digitale, basta presentare:
- la ricevuta riportante il codice di accesso
- la carta di circolazione del veicolo
- il documento di identità/riconoscimento e il codice fiscale.
- se l’atto è da fare, la marca da bollo da € 16.00 viene assolta virtualmente dal computer.

Il CDP-Digitale non è soggetto a smarrimento
Grande novità del documento digitale consiste nel fatto che non è soggetto a smarrimento, perchè sempre disponibile sul sito dell’ACI, e la ricevuta col codice di accesso, se smarrita, può essere ristampata dall’Ufficio che l’ha rilasciata.
Mai più denunce di smarrimento e mai più duplicati, con risparmio di tempo e di denaro.

Costo della pratica
Con l’introduzione del Certificato di Proprietà Digitale, non cambiano gli importi dovuti per espletare le pratiche amministrative sui veicoli.
Se ci si rivolge allo STA di una delegazione dell’Automobile Club o di uno di studio di consulenza automobilistica (agenzia pratiche auto), oltre ai costi previsti per legge bisogna aggiungere la tariffa - in regime di libero mercato - del servizio di intermediazione.

Documentazione
Con l’introduzione del Certificato di Proprietà Digitale, non cambia la documentazione da allegare: copia codice fiscale e documento di identità/riconoscimento degli interessati, copia della carta di circolazione, eventuali titoli e dichiarazioni sostitutive di certificazione o di atto di notorietà qualora richiesti.

Dichiarazione di legale rappresentante
Se il veicolo è intestato a società/persona giuridica, il richiedente può dichiarare di essere in possesso dei necessari poteri di firma compilando e sottoscrivendo la dichiarazione sostitutiva di legale rappresentante

_