Vai direttamente ai contenuti
Provincia di Cosenza Regione Calabria

Home > Avvisi > Statistica formalità PRA

Statistica formalità PRA

Statistica delle formalità presentate al PRA di Cosenza

A partire dalla primavera del 2013, con il coinvolgimento del personale del front-office di questo Ufficio, che ha aderito con disponibilità alla proposta, è stata elaborata una statistica degli accessi agli Sportelli PRA per tipo-richiesta, tipo soggetto richiedente e fascia oraria della richiesta.
Con tali rilevazioni si è inteso offrire una diversa chiave di lettura ai numeri totali che esprimono le quantità di pratiche amministrative quotidianamente presentate agli Sportelli, fino a costituire uno strumento di valutazione sia per future riorganizzazioni dei servizi sia per i clienti, che possono valutare le fasce orarie più "affollate" e quindi scegliere un orario di accesso che consenta una minore attesa.

Accessi agli Sportelli PRA per tipo richiesta, tipo soggetto e fascia oraria:

Maggio 2013, pdf 85 KB;

Giugno 2013, pdf 93 KB;

Luglio 2013, pdf 89 KB;

Agosto 2013, pdf 82 KB;

Settembre 2013, pdf 102 KB;

Ottobre 2013, pdf 101 KB;

Novembre 2013, pdf 104 KB;

Dicembre 2013, pdf 124 KB;

Gennaio 2014, pdf 111 KB;

Febbraio 2014, pdf 100 KB;

Marzo 2014, pdf 91 KB.


Raffronto tra accesso agli Sportelli PRA e accesso telematico, per tipo richiesta e tipo soggetto:

Considerate le formalità presentate agli sportelli PRA, e confronti i dati con quelli delle formalità presentate in modalità telematica, sono stati elaborati dei grafici dai quali si può evincere con quali percentuali le formalità vengano presentate attraverso un canale telematico oppure attraverso il canale fisico dello Sportello PRA, e con quali percentuali il presentatore sia una agenzia, direttamente il privato o un Ente della P.A.

Focus Luglio 2013, pdf 104 KB;

II Semestre 2013, pdf 137 KB;

Pratiche telematiche per agenzia e tipo

Da gennaio 2014, la statistica delle formalità su base provinciale, dopo una attenta analisi, ha registrato una evoluzione: i dati riportati sono distinti anche per Agenzia presentatrice.
Per assicurare il rispetto della riservatezza dei dati, i nomi delle Agenzie sono stati sostituiti con i nomi di personaggi della cultura e dell’arte. Ad ogni Agenzia è stato comunicato, con mail riservata, il nome fittizio assegnatole ma non i nomi assegnati alle altre agenzie.

Gennaio 2014, pdf 76 KB;

Febbraio 2014, pdf 81 KB;

Marzo 2014, pdf 68 KB;

Distribuzione dei dati sul territorio

Dopo aver suddiviso il territorio provinciale in 7 zone (Cosenza città, zona commerciale di Rende, valle del Crati, costa ionica, costa tirrenica, pollino, Sila e valle del Savuto), le agenzie sono state aggregate, in base alla loro ubicazione geografica, in altrettanti gruppi corrispondenti alle 7 zone.
Significato della statistica provinciale.
I dati espressi come totali provinciali esprimono i volumi di pratiche auto/moto espletate in un dato periodo e possono rappresentare verosimilmente la diffusione veicolare in provincia. I veicoli nuovi o usati acquistati, infatti, sono effettivamente circolanti in provincia in quanto aggregati in base alla residenza dei loro intestatari. Tali dati possono essere utili ai soggetti che gestiscono il territorio e programmano servizi su base provinciale.
Significato della statistica per zone.
I dati ripartiti nelle 7 zone già descritte, sono stati aggregati non in base alla residenza degli intestatari dei veicoli ma all’agenzia che ne ha definito la pratica amministrativa. Questa statistica non ha quindi correlazione diretta con la distribuzione veicolare sul territorio ma costituisce uno strumento che consente di valutare la capacità di penetrazione commerciale di una Concessionaria, grande o piccola che sia, sul territorio. Stessa valutazione per uno Studio di Consulenza Automobilistica, per un’Autoscuola o per una delegazione dell’Automobile Club, riguardo alla capacità di inserimento commerciale nel mercato dell’intermediazione. La singola agenzia, infatti, potrà valutare per confronto il proprio volume di lavoro col volume complessivo della propria zona di riferimento, pur non conoscendo le quantità realizzate dagli Studi direttamente concorrenti. Un utile strumento per valutare l’andamento del proprio lavoro.

Confronto anni 2014-2015-2016, pdf 115 KB;

Distribuzione sul territorio. Anni 2014-2015-2016, pdf 186 KB;

Gennaio 2017, pdf 65 KB;

Febbraio 2017, pdf 65 KB;

Marzo 2017, pdf 65 KB;

Aprile 2017, pdf 65 KB.