Vai direttamente ai contenuti
Logo Provincia di Firenze Logo Regione Toscana

Home > Avvisi > Visure e Certificazioni

Visure e Certificazioni

Sportello virtuale ACI: le certificazioni e visure devono essere richieste on line o via mail o PEC

Da marzo 2020 per venire incontro alle nuove esigenze di mobilità e di tempo, quasi tutte le operazioni che prima erano effettuate recandosi fisicamente all’Ufficio PRA, possono ora essere richieste comodamente da casa, via e-mail o via pec.

Le misure adottate permettono ai cittadini di richiedere via PEC o mail le certificazioni e visure non effettuabili on line sul sito ACI tramite il servizio Visurenet e Crononet.

Per conoscere i veicoli a se stessi intestati è possibile utilizzare le procedure rese disponibili gratuitamente on-line da ACI. Per approfondire consulta il sito Aci.

Per le certificazioni e visure NON è consentita la prenotazione di un appuntamento. I cittadini sono invitati a non presentarsi agli Sportelli del PRA.

Per ulteriori dettagli, potete a consultare la Scheda denominata "Sportello virtuale ACI" pubblicata sul sito ACI, da rintracciare al seguente link:

http://www.aci.it/index.php?id=7544



Per la modalità di accesso ai dati del PRA (ispezioni, certificazioni e visure), stante la natura pubblica del registro, occorre far riferimento alle disposizioni della speciale disciplina di settore (R.d.l. n. 436/27 e normativa correlata, Legge n. 187/90 e D.M. n. 514/92) e non si rientra nelle previsioni della Legge 241/90.



- Visura o Ispezione dello stato giuridico attuale.

L’Ispezione permette di conoscere i dati dell’ultimo intestatario del veicolo. Può essere rilasciata solo sui veicoli presenti nell’archivio magnetico.

Per i veicoli non transitati in archivio magnetico verrà effettuata la visura mediante consultazione dei dati presenti a volume.

La visura e ispezione dello stato giuridico attuale non hanno valore di certificazione.

Con un’ispezione è possibile verificare se sul veicolo sono presenti vincoli o gravami (fermo amministrativo, pignoramento, fallimento, domanda giudiziale ecc.) e conoscere la data dell’atto di vendita a favore dell’intestatario, il prezzo di vendita e i dati tecnici del veicolo.

L’ispezione deve essere richiesta collegandosi al sito www.aci.it nella sezione Servizi, alla voce Servizi on line - visure PRA, oppure accedendo direttamente alla seguente pagina web:

Visurenet

La visura a volume deve essere richiesta via mail o PEC all’Ufficio del PRA della propria provincia di residenza.

Per i residenti a Firenze o in provincia di Firenze i recapiti sono: Email: direzione.territoriale.aci.firenze@aci.it Email Certificata (PEC): ufficioprovincialefirenze@pec.aci.it

- Estratto o certificato cronologico.

E’ la storia del veicolo: riporta cronologicamente tutte le trascrizioni e annotazioni che hanno interessato il veicolo dalla data della prima iscrizione fino alla sua radiazione dal PRA.

L’estratto cronologico deve essere richiesto collegandosi al sito www.aci.it nella sezione Servizi alla voce Servizi on line - Richiedi Estratto Cronologico PRA

oppure accedendo direttamente alla seguente pagina web:

Crononet

Per i veicoli non transitati nell’archivio magnetico, ancora presenti sui volumi cartacei il certificato cronologico sarà eseguito mediante fotocopia tratta dai volumi originali da richiedere via mail o PEC all’Ufficio del PRA della propria provincia di residenza.

Per i residenti a Firenze o in provincia di Firenze i recapiti di questa Direzione Territoriale ACI di Firenze sono:

Email: direzione.territoriale.aci.firenze@aci.it

Email Certificata (PEC): ufficioprovincialefirenze@pec.aci.it

- Copie di atti depositati in originale nel fascicolo del PRA.

L’Ufficio del PRA deve rilasciare, su richiesta della parte, copie conformi all’originale degli atti e documenti depositati in originale o in copia conforme nel fascicolo del PRA. Non possono essere rilasciate copie conformi di documenti c.d. "sensibili" o riservati e di documenti presenti nel fascicolo del PRA in fotocopia.

La richiesta della copia conforme dell’atto depositato deve essere fatta via mail o PEC all’Ufficio del PRA della propria provincia di residenza.

Per i residenti a Firenze o in provincia di Firenze i recapiti sono:

Email: direzione.territoriale.aci.firenze@aci.it

Email Certificata (PEC): ufficioprovincialefirenze@pec.aci.it

L’ufficio è tenuto a conservare gli atti per 10 anni. Decorso il termine di 10 anni gli atti vengono scartati, cioè distrutti, unitamente al fascicolo di cui fanno parte (art. 1 della L. 32/1990).

- I ciclomotori (50cc di cilindrata) e i rimorchi con massa inferiore al 3,5 tonnellate, come per esempio le roulotte, non sono iscritti al PRA pertanto non è possibile richiedere al PRA visure e certificazioni su questi veicoli.


COSTI

- Visura o Ispezione per ciascuna targa richiesta: Emolumenti e diritti PRA: € 6

- Certificato o estratto cronologico per ciascuna targa richiesta: € 25 (€ 9 emolumenti e diritti PRA + € 16 imposta di bollo).

In caso di esenzioni da imposte e/o diritti, occorre indicare sulla richiesta la norma che le prevede.

L’estratto cronologico rilasciato in forma automatizzata assolve un’unica imposta di bollo indipendentemente dal numero delle facciate di cui è composto.

- Copia conforme di fascicolo e atti conservati in originale presso il PRA: € 9 emolumenti e diritti PRA + € 16 imposta di bollo ogni 4 facciate. Non potendo preventivare quanti documenti originali siano presenti nel fascicolo, nel caso in cui si richieda la copia conforme dell’intero fascicolo, prima di effettuare il pagamento è necessario richiedere al PRA il preventivo di spesa.

Modalità di pagamento

Alla richiesta via mail o PEC va allegata la ricevuta del pagamento per l’operazione, effettuato con pagoPa, secondo le modalità descritte sul sito ACI.

Dopo aver selezionato “nuovo pagamento”, occorre compilare la form inserendo i dati richiesti e specificando, quale codice pratica, il codice convenzionale C03301, a prescindere dalla tipologia di pratica o operazione (es. visure o certificati cronologici da volume cartaceo) per cui si effettua il pagamento.

- Esenzioni più frequenti

- Visure e certificazioni richieste da organi costituzionali, autorità militari o di polizia, giurisdizionali e dalle Amministrazioni Centrali o Periferiche dello Stato (art 22 comma 2 DM n. 514/1992)

- Visure e certificazioni richieste nell’ambito di controversie di lavoro e previdenziali (art. 10 L. n. 533/1973)

- Visure, certificazioni, copie conformi chieste dall’Agenzia delle Entrate (art. n. 32 della L. n. 600/1973).

- Visure e certificazioni richieste dai concessionari della riscossione (art. 47 DPR n. 603/1973).

- Visure e certificazioni richieste dal difensore d’ufficio per il recupero dei crediti professionali (art. 32 disp. att. Cpp)

In tutti i casi vale comunque la regola generale che è il richiedente a dover richiedere l’esenzione, indicando i riferimenti normativi.


DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

1. Numero di targa completo del veicolo e tipo di veicolo (autoveicolo/motoveicolo o rimorchio con massa uguale o superiore a 3,5 tonnellate) e, in caso di richiesta di copia conforme dell’atto di vendita, la data e il numero di registro progressivo del fascicolo in cui è inserito.

2. Copia del documento di identità in corso di validità e del codice fiscale del richiedente

3. Ricevuta di pagamento pagoPa con codice IUV

I documenti possono essere scannerizzato in un unico file pdf.



Per soggetti residenti all’estero

- L’estratto o certificato cronologico può essere richiesto on line collegandosi al sito www.aci.it.

Questo collegamento è possibile per il cittadino italiano residente all’estero in possesso del codice fiscale. Il cittadino straniero non può richiedere l’estratto cronologico on line ma deve rivolgersi direttamente a qualunque PRA d’Italia via mail, PEC o posta.

Per i veicoli ancora presenti esclusivamente in formato cartaceo, il certificato cronologico sarà fatto sulla base della fotocopia del volume originario da richiedere presso qualunque PRA d’Italia via mail, PEC o posta.

- L’estratto o certificato cronologico può essere richiesto dall’estero anche via mail, PEC o posta. La richiesta deve essere inviata alla Direzione Territoriale ACI che provvederà a contabilizzare l’operazione e a inviare la certificazione all’indirizzo estero indicato dal richiedente.

Per il pagamento degli importi potrà essere utilizzato il metodo di pagamento tramite pagoPa indicato nelle sezioni precedenti oppure, in alternativa, un bonifico bancario sul conto di tesoreria dell’Ente (riportando come causale del versamento la dicitura "Residenti all’estero - certificato cronologico veicolo targato ......), le cui coordinate sono:

Banca Nazionale del Lavoro Roma, Servizio Tesoreria, Filiale BNL 11 - Via Marsala 6 - cap 00185 ROMA (RM) – ITALY Conto Corrente n. 200044 Beneficiario: ACI - AUTOMOBILE CLUB D’ITALIA - Via Marsala 8 - 00185 ROMA (RM) - ITALY

Coordinate bancarie in formato BBAN: ABI: 01005, CAB: 03211, CIN: W, Conto n. 200044

Coordinate bancarie in formato IBAN: IT03W0100503211000000200044

Codice swift per i bonifici dall’estero: BNLIITRRXXX.

QUANTO COSTA

per ciascuna targa richiesta: € 25 (€ 9 emolumenti e diritti PRA + € 16 imposta di bollo).

A questo importo vanno aggiunte le spese postali per l’invio all’estero del certificato cronologico. Consultare le tariffe sul sito www.posteitaliane.it, in particolare al link http://www.poste.it/postali/estero/postapriority-internazionale.shtml scegliendo il primo scaglione di prezzo.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

Alla richiesta va allegata:
- fotocopia del documento di identità del richiedente e del codice fiscale (se si è in possesso del codice fiscale italiano)
- ricevuta del bonifico effettuato
- indirizzo estero dove spedire il certificato o estratto cronologico.


Visure, Ispezioni, Certificati cronologici, copie conformi di atti depositati in originale presso il PRA possono essere richiesti anche rivolgendosi alle agenzie di pratiche automobilistiche, comprese le delegazioni ACI, con costi per il servizio di intermediazione offerto in regime di libero mercato.


Data ultimo aggiornamento 08/06/2021