Vai direttamente ai contenuti
Logo Provincia di Firenze Logo Regione Toscana

Home > Trasferimento di proprietà

Trasferimento di proprietà

Per presentare questa pratica allo sportello del PRA è necessario prenotare un appuntamento.

E’ possibile prenotare un appuntamento direttamente dalla home page del sito di questa Direzione Territoriale ACI nella sezione In sede - Prenotazione Servizi PRA oppure cliccando qui.

Nella piattaforma si accede con SPID o carta di identità elettronica, dopo aver inserito il numero di targa del veicolo e scelto a quale PRA rivolgersi occorre selezionare la voce "effettuare un trasferimento di proprietà" - uso del veicolo proprio o privato - per uso proprio o privato.

L’agenda è aperta per i 10 giorni lavorativi successivi a quello in cui si sta accedendo, ogni giorno si apre una nuova data prenotabile.


Prima di acquistare un veicolo consigliamo di verificare l’assenza di fermo amministrativo o un altro gravame o vincolo.

Per verificare il tipo di Certificato di proprietà, se cartaceo o digitale e per verificare se sul veicolo cì sono fermi amministrativi o altri vincoli o gravami, si può consultare il sito www.aci.it oppure cliccare qui.

Il Certificato di Proprietà Digitale è stato emesso per le pratiche presentate al PRA a partire dal 5 ottobre 2015 e già risiede nei nostri archivi.

Per le informazioni di dettaglio sul tipo di vincolo/gravame, è necessario richiedere una visura o una certificazione cliccare qui per visura PRA.


DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

1. Certificato di proprietà cartaceo o digitale e carta di circolazione oppure Documento unico di circolazione e proprietà (DU).

In caso di smarrimento furto, distruzione di uno o entrambi i documenti del veicolo occorre portare la relativa denuncia.

2. Documento di identità in corso di validità e codice fiscale (tessera sanitaria o carta di identità elettronica) dell’acquirente

- Se acquista un cittadino extracomunitario: carta di identità o patente di guida italiane, codice fiscale, permesso di soggiorno in corso di validità. Se il permesso di soggiorno è scaduto occorre la fotocopia del permesso di soggiorno scaduto e la fotocopia della richiesta del rinnovo del permesso di soggiorno

- Se acquista un cittadino comunitario: codice fiscale e carta di identità italiana in corso di validità oppure carta di identità rilasciata dalla competente autorità del Paese U.E. di provenienza e attestazione rilasciata dal Comune di residenza di richiesta di iscrizione anagrafica o di soggiorno permanente.

Sono equiparati ai cittadini dell’Unione Europea i cittadini Svizzeri e i cittadini degli stati appartenenti allo Spazio Economico Europeo – SEE (Norvegia, Islanda, Liechtenstein)

3. Dichiarazione di vendita in bollo da € 16 con firma autenticata del venditore

Oltre alla scrittura privata autenticata sono titolo per la trascrizione anche la copia conforme all’originale in bollo dell’atto pubblico e la copia conforme all’originale della sentenza che trasferiscono la proprietà a favore dell’acquirente.


DOVE AUTENTICARE LA FIRMA DEL VENDITORE SULLA DICHIARAZIONE DI VENDITA

Autenticare una firma vuol dire che il pubblico ufficiale deve verificare l’identità della persona che firma e dichiarare che la firma è stata fatta in sua presenza.

- Sono autorizzati ad autenticare le firme i notai, i comuni, il PRA, la motorizzazione civile e i titolari degli sportelli telematici dell’automobilista presso le agenzie di pratiche auto comprese le delegazioni ACI.

- Se l’autentica di firma non è fatta al PRA, l’acquirente deve presentare il passaggio di proprietà entro 60 giorni dalla data dell’autentica di firma sull’atto di vendita

- Autentica di firma fatta all’estero: sono autorizzati ad autenticare le firme anche gli uffici dell’Ambasciata/Consolato d’Italia che svolgono funzioni notarili e sono considerati territorio italiano all’estero. Se l’autentica viene fatta da un notaio all’estero occorre depositare l’atto presso un notaio italiano o negli archivi notarili degli atti rogati all’estero, prima di utilizzarlo in Italia.


AUTENTICA DI FIRMA SULLA DICHIARAZIONE UNILATERALE DI VENDITA FATTA AL PRA

Se l’autentica di firma è fatta al PRA è obbligatorio presentare contestualmente anche il trasferimento di proprietà.

Non è necessario acquistare la marca da bollo perché l’importo si paga direttamente allo sportello del PRA insieme al costo per il trasferimento di proprietà.

Il venditore deve presentarsi personalmente, con il proprio documento di identità in corso di validità.

- Se il veicolo è intestato a una società deve presentarsi personalmente la persona che ne ha la rappresentanza legale, munito del proprio documento di identità in corso di validità e di una visura camerale in corso di validità oppure di una dichiarazione sostitutiva per verificare chi ha i poteri di firma per la vendita del veicolo.

Se dalla visura camerale risulta la firma congiunta per gli atti di straordinaria amministrazione devono essere presenti tutti coloro che hanno la firma congiunta. Se la vendita del veicolo rientra nell’oggetto sociale e nell’attività esercitata (es. attività di vendita veicoli, di noleggio veicoli, di leasing, di imprese di trasporto in cui il veicolo costituisce strumento connesso all’attività di impresa) l’atto di vendita rientra nell’attività di ordinaria amministrazione, salvo diversa previsione contenuta nella visura camerale.

Non occorre precompilare la modulistica, perché l’atto redatto al PRA è digitale.


MODULISTICA

1. Istanza unificata compilata e firmata dall’acquirente

Se la pratica è presentata personalmente dall’acquirente allo sportello PRA, non occorre precompilare la modulistica, perché viene compilata un’istanza digitale.

2. In caso di più acquirenti, il primo compila e firma l’istanza unificata, gli altri la delega

3. Se l’acquirente non può presentare personalmente il passaggio di proprietà al PRA deve compilare e firmare il modello di Istanza unificata e la delega.

Il delegato deve presentarsi personalmente col proprio codice fiscale e documento di identità in corso di validità e una fotocopia completa fronte e retro del documento di identità in corso di validità e del codice fiscale del delegante perfettamente leggibile.


QUANTO COSTA

Se l’acquirente è residente a Firenze o in provincia di Firenze, consulta la tabella:

costi del passaggio di proprietà

E’ consentito esclusivamente il pagamento con moneta elettronica (solo pagobancomat, no carte di credito).

- La Provincia di Firenze ha previsto l’applicazione della tariffa IPT base di cui al D.M.435/98, quindi senza alcuna percentuale di maggiorazione per i veicoli ad uso professionale. Per approfondire vai alla sezione documenti del sito.


CASI PARTICOLARI

- Se acquista un disabile

Sono previste agevolazioni in favore dei cittadini disabili e dei familiari che hanno il disabile fiscalmente a carico. Per saperne di più consulta la sezione mobilità e disabili.

- Se acquista un cittadino italiano iscritto all’AIRE

Il cittadino italiano residente all’estero iscritto all’AIRE deve compilare una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà in cui deve dichiarare: la propria residenza e l’indirizzo esteri, di essere iscritto AIRE nel Comune di_____ , di aver eletto domicilio in Italia in via ____. (art. 134 codice della strada).

- Se acquista un cittadino britannico

a) per i cittadini britannici già residenti in Italia alla data del 31/12/2020 occorre allegare all’istanza oltre al documento di identità:

copia della carta di soggiorno elettronica (documento facoltativo) oppure

autocertificazione nella quale si dichiari di essere legalmente residente in Italia alla data del 31/12/2020.

b) per i cittadini che fanno ingresso in Italia dal primo gennaio 2021, è invece richiesto il possesso del permesso di soggiorno in quanto cittadini di un Paese extraUE.


ATTENZIONE

1) Non è sempre possibile richiedere l’aggiornamento contestuale PRA e Motorizzazione. In alcuni casi è ancora necessario richiedere il rilascio del Documento Unico di circolazione e proprietà (DU) entro 60 giorni dalla data dell’atto di vendita ad uno Sportello Telematico dell’Automobilista presso la Motorizzazione civile o presso le agenzie di pratiche auto e delegazioni ACI:

- in caso di doppio trasferimento di proprietà sulla medesima targa per veicoli diversi dalle autovetture e dai motocicli.
- in caso di veicoli che necessitano di particolari titoli autorizzativi oppure di collaudo o certificato di approvazione (es. taxi, autocarro per trasporto merci per conto proprio o conto terzi, veicoli per uso noleggio con conducente, ecc.)
- in caso di veicoli acquistati da minorenne o incapace di agire e altre casistiche eccezionali.

2) Per i veicoli diversi dalle autovetture per uso proprio e motocicli, il PRA aggiorna il proprio archivio e rilascia un permesso provvisorio di circolazione della durata di 7 giorni entro i quali occorre ritornare allo sportello del PRA, senza appuntamento, per ritirare il Documento Unico di circolazione e proprietà.

3) In presenza di comodato d’uso gratuito già annotato sulla carta di circolazione come intestazione temporanea, occorre prima rivolgersi alla Motorizzazione per cancellare l’intestazione temporanea.


Le pratiche automobilistiche possono essere svolte curando personalmente tutti gli adempimenti necessari o rivolgendosi alle Agenzie di pratiche auto o Delegazioni ACI. In questo caso vanno previsti costi ulteriori (variabili in regime di libero mercato) per il servizio di intermediazione fornito.


Data ultimo aggiornamento di questo articolo: 19/10/2021


torna alla Guida alle Pratiche