Provincia dell Regione Abruzzo

Home > In Evidenza > TASSE AUTO - AVVISO

TASSE AUTO - AVVISO

1)

MINIVOLTURA GIACENZA RIVENDITORI

Con il comma 15 dell’art. 1, si introduce l’obbligo della “minivoltura” a carico dei concessionari ai fini della rivendita dei veicoli. Non costituiscono titolo per la sospensione dell’obbligo del pagamento della tassa automobilistica regionale la consegna dei veicoli, effettuata mediante procura speciale per la vendita, alle imprese autorizzate o comunque abilitate al commercio degli stessi, nonché l’esibizione della fattura di vendita al concessionario in assenza dell’avvenuta presentazione della formalità per la trascrizione del titolo di proprietà al pubblico registro automobilistico. Il comma successivo, infatti, dispone che, ai fini della sospensione dell’obbligo del pagamento della tassa automobilistica regionale, i soggetti autorizzati o abilitati al commercio dei veicoli per la loro rivendita sono tenuti alla trascrizione del titolo di proprietà al P.R.A. dei veicoli loro consegnati. L’obbligo del pagamento delle tasse automobilistiche regionali è interrotto a decorrere dal periodo fisso immediatamente successivo a quello di scadenza della tassa corrisposta e fino al mese precedente a quello in cui avviene la rivendita. Con il comma 17, infine, si dispone che, ai fini sella sospensione dell’obbligo del pagamento della tassa automobilistica, i soggetti autorizzati o abilitati al commercio e alla rivendita dei veicoli concessi in uso noleggio senza conducente, che risultino proprietari dei veicoli stessi, sono tenuti, prima di presentare la richiesta di sospensione, a variare la destinazione d’uso dei veicoli, ai sensi dell’art.82 del D. lgs 285/1992 e successive modifiche, da uso di terzi a uso proprio.

Tali disposizioni trovano applicazione a decorrere dal terzo quadrimestre 2017.


2)

BOLLO AUTO RIMBORSO PARZIALE

Ai sensi dell’art. 1, comma 6, ai soggetti sottoposti al pagamento della tassa automobilistica regionale che perdano il possesso del veicolo per furto, previa annotazione nei Registri, ovvero per demolizione, certificata ai sensi dell’art. 46 del D. lgs 05/02/1997, n°22 e successive modificazioni e integrazioni, è riconosciuto il diritto al rimborso per il periodo nel quale non abbiano goduto del possesso del veicolo, purchè l’evento si sia verificato almeno trenta giorni prima della scadenza del periodo d’imposta per il quale sia stato effettuato il pagamento. Ai sensi dell’art.1, comma 7, il rimborso è riconosciuto in misura proporzionale al numero di mesi interi decorrenti da quello in cui si è verificato l’evento interruttivo del possesso. Il rimborso parziale è riconosciuto a decorrere dal 1° gennaio 2017 per eventi che si siano verificati e che siano stati debitamente annotati/certificati dal 1° gennaio 2017.


3)

FERMO FISCALE

Ai sensi dell’art. 1, comma 18, il fermo del veicolo disposto dall’agente della riscossione, ai sensi dell’art. 86 del D.P.R. 29/09/1973, n°602, non rientra tra le fattispecie che fanno venir meno l’obbligo del pagamento della tassa automobilistica. La disposizione sopra indicata si applica a decorrere dal mese di agosto 2017 secondo le regole del rientro da esenzione.