Provincia di Massa Carrara Regione Toscana

Home > In Evidenza > Radiazioni per esportazione

Radiazioni per esportazione

FORMALITA’ DI RADIAZIONE PER DEFINITIVA ESPORTAZIONE

Si comunica che dal 14 luglio 2014 , alle formalitÓ di radiazione per esportazione dovrÓ essere sempre allegata la fotocopia della Carta di Circolazione estera o l’attestazione di avvenuta reimmatricolazione all’estero (in caso di esportazione in un Paese extra UE, la documentazione dovrÓ essere accompagnata da traduzione asseverata). Qualora la radiazione venga richiesta quando il veicolo Ŕ stato esportato ma non ancora reimmatricolato all’estero, Ŕ comunque possibile richiedere la formalitÓ di radiazione a condizione che venga allegata alla formalitÓ la documentazione comprovante l’avvenuto trasferimento del veicolo all’estero (ad es. documento di trasporto, bolla doganale), oltre ovviamente all’originale della Carta di Circolazione italiana, al Certificato di ProprietÓ e alle targhe (Vedi la scheda esplicativa sulla documentazione da presentare)

Sempre dal 14 luglio 2014, in presenza di richieste di radiazione per definitiva esportazione aventi ad oggetto veicoli sui quali siano iscritte ipoteche non ancora scadute, pignoramenti, sequestri, ecc., la formalitÓ potrÓ essere accettata solo se alla richiesta venga allegato un atto comprovante l’assenso alla radiazione da parte del creditore.

Per i casi di veicoli con ipoteche iscritte non ancora scadute costituirÓ titolo per procedere alla radiazione l’atto di assenso alla cancellazione di ipoteca reso nelle forme di rito, ovvero nella forma della scrittura privata autenticata dal Notaio o nelle forme previste dal Codice Civile (es. sentenza). Nessun titolo autorizzativo invece Ŕ richiesto nel caso di veicoli sui quali siano iscritte ipoteche ormai scadute. Nel caso, invece, di vincoli di natura giudiziaria come sequestri, congelamento beni e pignoramenti potrÓ essere allegato alla richiesta o il provvedimento di dissequestro o di revoca di pignoramento (o in alternativa il verbale di vendita all’asta del veicolo effettuata in seguito al pignoramento trascritto al PRA) o comunque altro provvedimento emesso dall’AutoritÓ Giudiziaria che autorizzi l’esportazione del veicolo o dal quale sia possibile evincere il venir meno del gravame.