Provincia di Napoli Regione Campania

Home > MobilitÓ & Disabili > IPT

IPT

Per conoscere la normativa nazionale che regolamenta l’agevolazione per l’IPT (Imposta Provinciale di Trascrizione), le patologie di handicap che ne hanno diritto, i veicoli per i quali Ŕ possibile richiederle, alcune casistiche particolari, consultare: Imposta Provinciale di Trascrizione (IPT)

Disabili sensoriali e IPT

A differenza di quanto previsto per le altre agevolazioni fiscali (Iva, Irpef, Tassa automobilistica) la normativa nazionale esclude l’agevolazione IPT per i disabili affetti dalla patologia che comporta cecitÓ o sorditÓ. Molte Province, nell’esercizio della propria potestÓ regolamentare, hanno tuttavia deliberato ulteriori agevolazioni a favore di tali categorie di portatori di handicap per le quali il legislatore nazionale non ha previsto alcuna esenzione.

L’Amministrazione Provinciale di Napoli al momento non ha introdotto agevolazioni a favore delle persone con disabilitÓ sensoriale (soggetti non vedenti o sordi assoluti).

Agevolazioni fiscali delegate ad ACI Imposta Provinciale di Trascrizione (IPT)

La normativa nazionale prevede per l’acquisto di veicoli destinati alla mobilitÓ dei cittadini portatori di handicap o invalidi l’esenzione totale dal pagamento dell’IPT (tributo con gettito destinato alla Provincia) per le iscrizioni e trascrizioni al Pubblico Registro Automobilistico.

Il beneficio si applica per:

l’iscrizione dei veicoli nuovi, cioŔ di prima immatricolazione; la trascrizione del passaggio di proprietÓ dei veicoli usati. L’acquisto deve avere ad oggetto veicoli, sia condotti dai disabili sia utilizzati per il loro accompagnamento, con limitazione di cilindrata fino a 2000 cc se con motore a benzina, e fino a 2800 cc se con motore diesel. L’agevolazione si applica per un solo veicolo. ╚ possibile ottenerla nuovamente per un secondo veicolo solo se il primo, per il quale si Ŕ giÓ beneficiato dell’agevolazione, viene venduto oppure cancellato dal Pubblico Registro Automobilistico.

Il veicolo deve essere intestato direttamente al disabile o, in alternativa, al familiare che lo ha fiscalmente a carico. Sono esclusi da questa agevolazione gli autoveicoli (anche se specificatamente destinati al trasporto dei disabili) intestati ad altre persone, a societÓ commerciali, cooperative, onlus, enti pubblici o privati.

A differenza di quanto previsto per le altre agevolazioni fiscali (Iva, Irpef, Tassa automobilistica) la normativa nazionale prevede l’esclusione di questa agevolazione per i disabili affetti dalla patologia che comporta cecitÓ o sorditÓ. Tuttavia, molte Province, nell’esercizio della propria potestÓ regolamentare, hanno deliberato ulteriori agevolazioni a favore di quelle categorie di portatori di handicap per le quali il legislatore nazionale non ha previsto alcuna esenzione.

Veicoli con IPT ridotta stabilita da singole province:

Per informazioni dettagliate relative alla propria provincia di residenza Ŕ sempre consigliabile rivolgersi all’Ufficio Provinciale ACI di competenza che potrÓ fornire assistenza e consulenza sulle ulteriori agevolazioni previste e sulla eventuale documentazione necessaria.

Per conoscere la normativa che regolamenta l’agevolazione, le patologie di handicap che ne hanno diritto, i veicoli per i quali Ŕ possibile richiederle, alcune casistiche particolari consultare:

IPT: le patologie di handicap che hanno diritto all’agevolazione (pdf, 24 Kb) IPT: i veicoli agevolabili e le casistiche particolari (pdf, 40 Kb) Per conoscere le modalitÓ da seguire per richiedere l’agevolazione, consultare

IPT: come richiedere l’agevolazione (pdf, 33 Kb) Per conoscere la documentazione da presentare se si acquista un veicolo nuovo, un veicolo usato o un veicolo usato proveniente dall’estero, consultare

IPT: la documentazione necessaria (pdf, 34 Kb) Per scaricare i modelli in formato PDF da presentare al PRA, le dichiarazioni sostitutive di certificazione/atto di notorietÓ, e per approfondimenti, consultare