Provincia di Teramo Regione Abruzzo

Home > In Evidenza > QUALITA’ IN ACI

QUALITA’ IN ACI

Quest’ultima č stata realizzata dalla Funzione Pubblica quale strumento atto a facilitare l’introduzione, nelle Pubbliche Amministrazioni aderenti all’iniziativa, il modello di “eccellenza europeo CAF” e quindi sviluppare ed applicare le tecniche del Total Quality Management (TQM . Il modello CAF “Common Assessment Framework” consente alle Amministrazioni di programmare e pianificare la crescita in termini di efficienza ed efficacia perseguendo gli obiettivi di ottimale soddisfazione degli operatori e dell’utenza cui esse si rivolgono in un percorso continuo di adattamento alle mutevoli esigenze della realtā e di miglioramento delle attivitā dei servizi resi. I principali vantaggi che si intendono perseguire aderendo alle iniziative sono i seguenti: introdurre i principi di Total Quality Management; l’uso del Modello CAF favorisce l’acquisizione di una cultura fondata sui principi dell’Eccellenza della performance secondo standard validi in altre PA della UE; valorizzare le buone prassi favorendone nel contempo la diffusione nel territorio di riferimento; il tutto č agevolato dall’applicazione strutturata del modello e da percorsi di benchlearning tra le Strutture partecipanti all’iniziativa; rafforzare il coinvolgimento e la motivazione delle risorse impegnate; l’applicazione del Modello CAF , con l’autovalutazione, spinge le Amministrazioni a coinvolgere le proprie risorse secondo le logiche di empowerment; misurare e valutare la performance con l’obiettivo di individuare le aree di miglioramento nell’ambito dell’Organizzazione; rafforzare i rapporti con il territorio e favorire la creazione di una “rete” con altre PA al fine di migliorare i servi resi ai cittadini e agli operatori professionali; rafforzamento e ammodernamento delle capacitā amministrative ed organizzative favoriti dall’applicazione di metodologie certificate a livello europeo.

La prima fase di applicazione del Modello CAF consiste nell’autovalutazione attraverso la quale l’Organizzazione individua i propri punti di forza e di debolezza e conseguentemente le “aree di miglioramento”; la seconda fase consiste nel progettare il “Piano di Miglioramento” .

L’Unitā Territoriale ACI di Teramo ha ultimato la fase di “autovalutazione” in data 30 giugno 2018 e ha prodotto il relativo documento denominato RAV (Rapporto di Autovalutazione).

CLICCA QUI

PDF - 1 Mb