Logo Provincia di Varese Regione Lombardia

Home > FAQ > Fermo Amministrativo > Come devo fare per cancellare il fermo amministrativo già iscritto?

Come devo fare per cancellare il fermo amministrativo già iscritto?

La cancellazione del fermo amministrativo iscritto sull’autoveicolo si ottiene effettuando per intero il pagamento del debito per il quale il fermo è stato iscritto.

Cancellazione al PRA del fermo amministrativo con provvedimenti di revoca emessi a partire dal 1° gennaio 2020

Con l’attuazione delle disposizioni contenute nel Decreto Legislativo n. 98/2017, i provvedimenti di revoca del fermo amministrativo, emessi a partire dal 1° gennaio 2020, sono notificati in via telematica dal Concessionario della Riscossione al Sistema Informativo del PRA. Pertanto non è più necessario che il contribuente, dopo aver pagato quanto dovuto, si rechi presso lo sportello del PRA per cancellare il fermo amministrativo in quanto provvederà d’ufficio l’Agente/concessionario della riscossione.

Cancellazione al PRA del fermo amministrativo con provvedimenti di revoca emessi in data anteriore al 1° gennaio 2020

Per i provvedimenti di revoca emessi in data anteriore al 1° gennaio 2020 rimangono in vigore le disposizioni previste dalla vecchia normativa. La cancellazione è a carico del contribuente che deve presentare la richiesta di cancellazione a un qualsiasi ufficio provinciale del Pubblico Registro Automobilistico (PRA), con un costo di Euro 48,00, se si dispone di foglio complementare oppure di Euro 32,00 se si dispone di certificato di proprietà.

Per l’annotazione al PRA del provvedimento di sospensione del fermo occorre che il contribuente si presenti a un qualsiasi ufficio provinciale del Pubblico Registro Automobilistico (PRA) con il provvedimento con il quale il concessionario ha disposto la sospensione del fermo precedentemente iscritto. Anche la sospensione ha un costo di Euro 48,00, se si dispone di foglio complementare oppure di Euro 32,00 se si dispone di certificato di proprietà.

I pagamenti possono essere effettuati esclusivamente in contanti, con carte prepagate oppure con carte di debito (bancomat) dei circuiti Visa, Mastercard e Maestro. Per questo tipo di formalità non occorre munirsi di appuntamento (per sapere le pratiche per le quali è richiesto l’appuntamento e per conoscere le modalità di prenotazione clicca qui);